AAA

architetticercasi™

Vrijburcht - Amsterdam

Un complesso di residenza collettiva, capace di intergrare al suo interno spazi per l'abitazione e il lavoro, per la cura delle persone e dei bambini e di diventare punto di riferimento culturale, sociale ed artistico della zona.

condividifacebook twitter  0 commentivai  Pedro de Medinalaan 128, 1086 XR Amsterdam, Netherlandsapri mappa 

Vrijburcht è un complesso abitativo di lavoro e abitazioni che offre molti servizi sia per gli abitanti sia per i residenti del quartiere. E sin dalla sua apertura è diventato un centro culturale e sociale per tutto il quartiere, contribuendo direttamente alla qualità residenziale dell’area. Il mix tra spazi abitativi, luoghi per lavorare, attività profit e iniziative no profit di carattere sociale e di intrattenimento, capaci di creare posti di lavoro per i residenti della zona, hanno reso questo progetto un esempio da esportare in altre città olandesi e non solo.

vrijburcht - amsterdam

Costruito su un’isola artificiale che dista 15 min dalla stazione di Amsterdam, nasce come risposta ad un bando della città di Amsterdam per la selezione di progetti di abitazioni collettive promossi dal basso. Nel 2000 si crea il team di lavoro Vrijburcht che, in collaborazione con l’architetto Hein de Haan dello studio CASA, propone un progetto che ha ben chiari i suoi obiettivi:

  • offrire un’edilizia urbana attraente per le famiglie che abitano in centro città in termini di prezzi ragionevoli e qualità degli spazi;

  • coinvolgere le persone nella progettazione del loro complesso abitativo futuro, in termini di layout, impianti e finiture;

  • creare speciali servizi condivisi ingrado di rendere la vita e le condizioni di lavoro più attraenti e di stimolare l'interazione sociale e culturale.

Il premio per la vincita del bando è un’area dell’isola concessa in affitto per 50 anni, con l’affaccio sul mare. Nel 2003, dopo una fase di progettazione e analisi della fattibilità, sono iniziati i lavori di costruzione ed è nata la fondazione no-profit che riunisce al suo interno tutti i partecipanti al progetto e che ha svolto le funzioni di coordinamento e intermediazione tra i futuri residenti e i professionisti e le imprese.

Vrijiburcht è stato completato nel 2007 e ha al suo interno 52 abitazioni tra appartamenti e spazi lavorativi con una dimensione media di 100m².
40 persone sono impiegate stabilmente nel gestire il complesso abitativo e i servizi che sono stati sviluppati al suo interno, parte di essi coincidono con i residenti stessi che hanno trovato lavoro insieme ad una casa. Oltre alla abitazioni, Vrijburcht comprende tre unità commerciali, due camere per gli ospiti, uno spazio hobby, un locale biciclette, un parcheggio sotterraneo e "De Roef" : case con assistenza per sei giovani con lievi disabilità mentali. Questa iniziativa, presentata da uno dei fondatori di “De Roef” , è stata accolta dal team di Vrijburcht quando il progetto stava ancora prendendo forma, diventando parte delle attività di coprogettazione.

Il cuore di Vrijburcht è il suo cortile con giardino e serra, che è il luogo ideale per cene e feste private, aperte a tutti e anche comunali. Accanto agli spazi e attività dedicati ai residenti, il complesso comprende anche i servizi di rilevanza per il quartiere: asilo nido per 42 bambini, uno spazio daycare, bar con terrazza di fronte al canale, il teatro (che fa anche da sala per le feste), le banchine per canoe e il club di vela. Negli ultimi cinque anni in particolare, il Teatro ha messo a punto un ricco programma di eventi settimanali e mensili, tra cui proiezioni di film, giochi per adulti e bambini, sport, laboratori, teatro e concerti vari, aumentando il carattere di centro culturale e sociale di un complesso nato dove prima c’era l’acqua.

La Vrijburcht Homeowner Association (VHA) ha il compito di coordinare e gestire il complesso di abitazioni e spazi lavorativi e le attività delle aree comuni. La Vrijburcht Foundation ha invece la responsabilità delle aree comuni riservate ai residenti (sale comuni, hobby room, garage, etc.)
La Fondazione Teatro è infine responsabile per gli spazi teatrali e tutto il programma di spettacoli e iniziative locali. Accanto a questi attori principali sono nati negli anni una serie di gruppi promotori, volontari e comitati per l’organizzazione di iniziative specifiche e la cura delle relazioni con il contesto abitativo.

www.vrijburcht.com
Vrijburcht in Co-housing Cultures

HousingLab


 

Centrum Odorf

GOOD PRACTICES  /  settembre 2012

Froetscher Lichtenwagner Architecten, Innsbruck (A), 2006

 

De Salamander

GOOD PRACTICES  /  ottobre 2012

Miguel Loos of Loos Architects, Zaandam (NL), 2006.

 

Die Gestapelte Kleingartensiedlung

GOOD PRACTICES  /  ottobre 2012

Helmut Wimmer, Vienne (A), 2002

 

Hegianwandweg Housing Project

GOOD PRACTICES  /  ottobre 2012

EM2N, Zurich (CH), 2003

 

Iroko House

GOOD PRACTICES  /  ottobre 2012

Haworth Tompkins Architects, London (UK), 2002

 

Residenze sociali Via Gallarate esito del Concorso Abitare a Milano

GOOD PRACTICES  /  ottobre 2012

MAB Arquitectura, Milan (I), 2011

 

Sargfabrik

GOOD PRACTICES  /  ottobre 2012

BKK Architects, Vienne (A), 1996

 

The CiBoGa Terrain

GOOD PRACTICES  /  ottobre 2012

S333 Architecture + Urbanism, Groningen (NL), 2003

 

AAA architetticercasi 2008 - primo classificato

ARCHITETTICERCASI 2008,GOOD PRACTICES  /  ottobre 2008

DEMO architects, Milan (I), 2008

 

AAA architetticercasi 2010 - primo classificato

ARCHITETTICERCASI 2010,GOOD PRACTICES  /  ottobre 2010

B22, Stefano Tropea, Mikel Martínez Múgica, Sergio Coll Pla, Milan (I), 2010

 

AAA architetticercasi 2010 - secondo classificato

ARCHITETTICERCASI 2010,GOOD PRACTICES  /  ottobre 2010

Matteo Parini, Roy Nash, René Dlesk / P-U-R-A, Milan (I), 2010

 

AAA architetticercasi 2008 - secondo classificato

ARCHITETTICERCASI 2008,GOOD PRACTICES  /  ottobre 2008

Operastudio, Milan (I), 2008

 

AAA architetticercasi 2010 - terzo classificato

ARCHITETTICERCASI 2010,GOOD PRACTICES  /  ottobre 2010

FLU design, Giuseppe Francavilla, Luciana Mastrolonardo, MIlan (I), 2010

 

AAA architetticercasi 2010 - quarto classificato

ARCHITETTICERCASI 2010,GOOD PRACTICES  /  ottobre 2010

Camilla Guerritore, Daniele Betelli, Sonia Cucci, Luca Varvello, Milan (I), 2010

 

AAA architetticercasi 2008 - terzo classificato

ARCHITETTICERCASI 2008,GOOD PRACTICES  /  dicembre 2008

-scape, Milan (I), 2008

 

SOCIAL MARKET - La città come interscambio

ARCHITETTICERCASI 2013,PROGETTI IN CONCORSO 2013,GOOD PRACTICES  /  luglio 2013

Marco Jacomella, Carla Ferrer Llorca, Andrijana Sekulic, Gianmaria Socci, Claudio Esposito, Salvatore Di Dio

 

LOG Abitare connessi

ARCHITETTICERCASI 2013,PROGETTI IN CONCORSO 2013,GOOD PRACTICES  /  luglio 2013

Giorgia Cilli, Arianna Veloce | Alessandro Fiorentini, Stefano Zagni


 Commenti

nessun commento presente

devi accedere al sito per poter commentare l'articolo